Avete una passione per il cucito e volete imparare a cucire? Volete comprare una macchina per cucire per sostituire quella precedente? Qualunque sia la motivazione, l’importante è scegliere quella che fa al caso vostro! Inutile dire che con una macchina da cucire è possibile realizzare capi d’abbigliamento, tendaggi, ricami, decorazioni e prodotti di vario genere, e allo stesso tempo di si possono lavorare una quantità innumerevole di stoffe e materiali. Partiamo da principio, come è fatta una macchina da cucire? Esistono degli elementi essenziali, finalizzati a impostare la macchina e a svolgere le operazioni di cucito più importanti. Tuttavia gli apparecchi per il cucito devono necessariamente essere provvisti dei componenti di base atti a predisporre il macchinario al lavoro. Prima di procedere con la cucitura, infatti, ogni cucitrice deve essere regolata a seconda della stoffa e del lavoro che si desidera realizzare. Le cucitrici che si utilizzano in casa sono costruite prevalentemente in plastica, alcune in metallo, e la parte adibita alla cucitura è fatta per lo più di metallo o acciaio. Ogni cucitrice è sempre dotata di manopole e rotelline per regolare i vari elementi prima di procedere con la cucitura. In una cucitrice troveremo sicuramente:

  • Volantino: la manopola più grande posizionata sul lato destro del macchinario. Questa speciale rotella serve per alzare e abbassare l’ago e anche per inserire il filo nell’ingranaggio del macchinario
  • Manopola per la regolazione della tensione del filo: la quale consente di gestire la tensione del filo in base al tessuto che si sta lavorando per evitare eventuali rotture o punti troppo deboli
  • Manopola per regolare la lunghezza del punto: consente di gestire la lavorazione di tessuti più o meno pesanti. Man mano che si lavora con stoffe sempre più pesanti bisogna allungare il punto di cucito
  • Manopola per la selezione dei punti di cucito: consente di scegliere quale punto di cucito vogliamo effettuare
  • Leva retromarcia: permette di cucire sulla stessa porzione di tessuto. Viene usata sugli ultimi punti di cucitura per renderli più resistenti.

Dunque tutti possono dedicarsi all’arte del cucito, tutto sta nello scegliere una buona macchina da cucire grazie alla quale cominciare! Per approfondire: https://lemacchinedacucire.it.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *